Piede torto del neonato: che cos'è e quali sono le cause

Piede torto del neonato: che cos'è e quali sono le cause

Il piede torto può essere scoperto durante la morfologica o dopo il parto... ma esattamente che cos'è il piede torto? È un problema grave? Quali sono i rimedi del piede torto? Scopriamolo insieme.

Il piede torto congenito: che cos'è?
Si tratta di una malformazione dell'arto inferiore, nello specifico del piede. Parliamo nello scientificamente di piede torto equino varo cavo addotto supinato. Ma in cosa consiste? Alla nascita il piede del bambino è rivolto verso l'interno coscia o all'insù. Questa malformazione può essere presente in entrambi i piedi, in questo caso prende il nome di piede torto bilaterale. È una delle “imperfezioni” più diffuse, soprattutto nei maschietti.

Ma quali sono le cause del piede torto?
La maggior parte delle volte, parliamo di piede torto idiopatico, cioè senza cause. Raramente invece abbiamo questa malformazioni per motivi più articolati come spina bifida, artrogriposi, disfunzioni neurologiche, malattie genetiche e altro.

Ma quindi quando avviene? Sappiamo che questa deformità può essere il risultato di vari motivi, genetici e ambientali che influiscono lo sviluppo del piede già durante la sua formazione nell'utero.
Esiste però anche il piede torto da posizione che assume quella forma per via della posizione forzata che il bambino è costretto a tenere anche a causa della diminuzione del liquido amniotico. In questo caso però la forma del piede è di passaggio.

L'accertamento del piede torto lo abbiamo dopo il parto e viene diagnosticato semplicemente sull'osservazione del dottore. In seguito vi sarà una visita specialistica che accerterà e distinguerà l'anomalia, che potrà essere lieve, rigido o atipico.

Quali sono i rimedi del piede torto congenito?
La terapia per a correzione di questa deformità adottata negli ultimi decenni è il metodo Ponseti. In cosa consiste? Si applicano dei gessetti correttivi al bambino fino alle cosce che riescono a sistemare in maniera crescente il piede torto.
Questo trattamento va applicato durante le prime settimane di vita con sostituzione dei gessetti in 5/10 giorni. Finito questo trattamento, verrà applicato al bambino un tutore (trattasi di due scarpe collegate tra di loro mediante una barra) cosi da fargli mantenere la postura corretta. Nei primi 4 mesi, questo tutore va indossato 23 ore al giorno fino ad arrivare progressivamente a 12 ore al giorno. Questo tutore accompagnerà la crescita del bambino fino ai suoi 4 anni. Il periodo del trattamento risulta cosi lungo in quanto il piede torto ha un elevato rischio di recidività.

Altre tipologie di piede torto nei neonati
Metatarso varo: avviene quando solo la parte anteriore del piede tende verso l'interno. Nella maggior parte dei casi si risolve entro i 6 mesi in maniera spontanea.
Talo valgo pronato: la parte anteriore tende verso l'alto e la piante verso l'esterno. Anche qui si risolve spontaneamente durante le prime settimane.
Piede a dondolo: questa è una deformità più complessa e più rara e si presente in simultaneità con altre malattie muscolo-scheletriche, come la scoliosi.