Neonato che dorme tanto: quando preoccuparsi

 Neonato che dorme tanto: quando preoccuparsi

Come ogni neomamma sa il neonato trascorre la maggior parte del giorno e della notte dormendo con risvegli irregolari e imprevedibili. Proprio la gestione del sonno del neonato nei primi mesi di vita è un compito molto impegnativo per i neo-genitori, dato che il bebè non è abituato ai normali ritmi della giornata di una persona adulta. Infatti, il neonato dorme spesso e per brevi intervalli.

Tuttavia, per tenere controllata la quantità di sonno del bambino può essere utile tenere un diario del sonno: in molti casi il genitore scoprirà che il neonato dorme più o meno del previsto.

Ritmo sonno-veglia: quanto deve dormire il neonato

Secondo il pediatra il bebè deve dormire fino a 14-17 ore al giorno anche se alcuni bambini dormono “solo” 11 ore e altri superano le 19. In base alla salute varia anche il ritmo sonno-veglia del neonato, che fino ai 6 mesi ha un ciclo del sonno molto irregolare con brevi pisolini che durano dai 30-45 minuti alle 4 ore.

Nelle prime settimane di vita il neonato su sveglia solo per mangiare e via via che cresce comincerà a dormire soprattutto la notte, svegliandosi tuttavia per mangiare. La domanda che molti genitori si fanno e il dubbio di molte neomamme è che il bambino dorma troppo, ma questo non deve essere motivi di preoccupazione a meno che non compaiano altri sintomi. 

Il bambino sano dorme di più per l’intenso periodo di crescita o le vaccinazioni, ma anche raffreddori e infezioni respiratorie peggiorano la qualità del sonno e lo portano a trascorrere gran parte della giornata addormentato.

Diverso è il caso dei bambini che soffrono di itterizia o sono denutriti e tra i segni di itterizia più gravi il pediatra consiglia di prestare attenzione a letargia, problemi nel mangiare e irritabilità. Nel caso il bambino non mangi abbastanza compariranno letargia e scarsa ricettività agli stimoli, mancato aumento di peso e consumo di meno di 4 pannolini al giorno, assenza di benessere dopo aver mangiato.

Infine, il bambino può dormire tanto per una malattia come la respirazione difficoltosa o i disturbi cardiaci, che alterano la qualità di sonno rendendo necessario un numero maggiore di ore di riposo.

Bambino che dorme troppo: attenzione a questi segnali

Riassumendo, se il bambino dorme più del solito i motivi possono essere diversi, tra cui:

  • attraversamento di uno scatto di crescita dato che un sonno più lungo corrisponde ad una maggiore crescita in lunghezza del corpo;
  • vaccinazioni pomeridiane, che portano ad un aumento del sonno nelle 24 ore successive all’immunizzazione;
  • giornata ricca di attività, che portano il bambino a stancarsi e a dormire più del solito;
  • casi gravi di ittero, che portano ad estrema sonnolenza e difficoltà di alimentazione;
  • infezione o basso livello di zucchero nel sangue che rendono il bambino poco attento ai suoni da sveglio e maggiormente lento e assonnato.

In conclusione, se il neonato dorme occasionalmente per lunghi periodi, questo non è motivo di preoccupazione. Diverso è il caso di una improvvisa letargia e sonnolenza abbinata a scarso interesse per le poppate e mancato aumento di peso. In questa situazione è importante contattare il pediatra per escludere eventuali patologie mediche.

Da sempre MissKappa “il pannolino che respira” pensa alla salute dei neonati e lo fa con una linea di pannolini senza sostanze chimiche, che non irritano la pelle e mantengono sano e felice il bambino, anche durante il suo lungo periodo di riposo.